Verdi200: la diretta dello spettacolo di danza "La doppia notte. Aida e Tristan"

Il 26 giugno alle ore 20, lo spettacolo del Teatro Comunale di Bologna visibile anche nella rete delle Rappresentanze Diplomatiche e Culturali all'estero e in diretta streaming

Quinto appuntamento con il Cartellone Verdi 200 digitale, che nel mese di giugno propone “La doppia notte. Aida e Tristan” uno spettacolo della Compagnia Artemis Danza/Monica Casadei con l’elaborazione di musiche di Giuseppe Verdi e Richar Wagner. Lo spettacolo di danza verrà rappresentato al Teatro Comunale di Bologna, il 26 giugno alle ore 20 e, grazie al progetto Verdi 200, verrà trasmesso sui maxischermi di alcuni teatri della regione aderenti alla rete TeatroNet e in varie sedi all’estero fra le quali Lisbona, Rabat, Varsavia e La Paz, oltre che in streaming video sul sito www.giuseppeverdi.it

Il Cartellone fa parte del progetto "Verdi 200", messo in campo dalla Regione Emilia-Romagna per celebrare i duecento anni dalla nascita del grande compositore emiliano. Obiettivo del progetto regionale è quello di diffondere l'opera verdiana, offrendo la possibilità di vedere le opere gratuitamente sul web o a teatro, ma anche di valorizzare le realtà produttive del territorio e mettere in rete i soggetti culturali, turistici ed enogatronomici, offrendo loro una vetrina, sul sito www.giuseppeverdi.it, per raccontare tutti i progetti e gli eventi regionali che si realizzeranno per le celebrazioni.

Lo spettacolo
La nuova creazione di Monica Casadei La doppia notte. Aida e Tristan, è un fluire continuo di Verdi in Wagner e di Wagner in Verdi, i cui mondi trovano equilibrio nella danza passionale di Monica Casadei e nell'inedita elaborazione musicale di Claudio Scannavini, su partiture originali dell’Aida di Verdi e del Tristano e Isotta di Wagner. I corpi dei danzatori e la musica, interpretata dal vivo dall'Orchestra del Teatro Comunale di Bologna diretta dal Maestro Felix Krieger, con le luci di Daniele Naldi, accompagnano lo spettatore nella tragica e impetuosa storia di amore e morte. Ciò che nasce è uno spettacolo forte, di grande impatto emotivo in cui i venti danzatori, sempre presenti sul palco, concorrono insieme alla musica, alla trasformazione e al fluire continuo di emozioni e atmosfere. Le coreografie alternano numerosi momenti corali a duetti che si stagliano in un panorama fatto di corpi e immagini. Un'opera appassionata e tempestosa in cui l'esaltazione dell'amore e la notte diventano, come nell'epoca romantica, i temi portanti del dramma. Sul palco del Teatro Comunale sarà La Perla, storica casa di moda bolognese, a vestire i danzatori di Artemis con la sua nuova linea di Lingerie ispirata al celebre romanzo ottocentesco "il Gattopardo".

Dove vedere lo spettacolo
Lo spettacolo di danza in scena al Teatro Comunale di Bologna, sarà registrato da Accademia del Cinema di Bologna,  per la regia di Guido Fiandra e trasmesso in simulcast sui maxischermi dei teatri: Municipale di Piacenza (Salone degli Scenografi), Giuseppe Verdi di Forlimpopoli, nel Salone Estense della Rocca di Lugo e nella Sala Consiliare di Villanova sull'Arda, in cui si potrà assistere allo spettacolo gratuitamente.

Anche numerosi Istituti Italiani di Cultura all’estero apriranno le loro sale per trasmettere lo spettacolo.

Sarà possibile assistere alla diretta, nel sito www.giuseppeverdi.it  ma anche su www.magazzini-sonori.it e www.lepida.tv, e sul canale regionale 118 del digitale terrestre LepidaTV. I tempi della diretta streaming sono dalle 20,00 alle 21,15 (senza intervalli)

Il Cartellone Verdi 200 digitale, che comprende la diretta o differita di diverse opere verdiane realizzate in Emilia-Romagna nel corso dell’anno dai teatri di tradizione, è coordinato dall'Assessorato regionale alla Cultura e dal Teatro Comunale di Bologna, con il supporto di Lepida Spa. Il sito dedicato Verdi è stato realizzato dalla Agenzia Comunicazione e Informazione della Giunta Regionale in collaborazione con Istituto Beni Culturali e gli Assessorati Cultura; Turismo e Commercio; Agricoltura; Scuola, Formazione professionale Università e ricerca, Lavoro e grazie anche alla Provincia di Parma, che dal 2001 ha messo on line il sito ufficiale dedicato al Maestro.

Azioni sul documento
Pubblicato il 21/06/2013 — ultima modifica 15/07/2013
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it