Rinnovo Comites: positivo riaprire termini per presentazione liste

Lo dichiarano i deputati PD eletti all'estero. E Sicilia Mondo chiede l'impegno delle associazioni.

I deputati PD eletti all´estero commentano la riapertura dei termini per quei Comites in cui non si erano presentate liste

“E’ positivo che il Ministro agli Esteri, Gentiloni, abbia deciso di prevedere il rinnovo dei Comites anche in quelle circoscrizioni in cui non si era presentata nessuna lista. La decisione di riaprire i termini in 24 circoscrizioni consolari favorirà una maggiore partecipazione dei cittadini all’importante appuntamento del 17 aprile prossimo, quando, dopo dieci anni, i Comitati degli italiani residenti all’estero verranno finalmente rinnovati. E’ un risultato positivo, raggiunto anche grazie al lavoro congiunto di deputati e senatori del PD eletti all'estero.

Per votare è necessario registrarsi entro il 18 marzo 2015, inviando una mail, un fax o una lettera cartacea al proprio consolato di riferimento, allegando anche la copia del documento d’identità. Va ribadita l’importanza di queste elezioni. I Comites, nella loro qualità di organi elettivi a livello locale, sono una sorta di consigli comunali degli italiani nel mondo.”

Lo dichiarano i deputati PD eletti all'estero, Garavini, Farina, Fedi, La Marca, Porta, commentando l’approvazione del decreto del Ministero degli Esteri che riapre i termini per la presentazione di liste di candidati alle prossime elezioni per i Comites, limitatamente alle circoscrizioni consolari dove nessuna lista di candidati era stata ammessa. Si tratta delle circoscrizioni consolari di: Vienna, Liegi, Lione, Nizza, Atene, Dublino, Oslo, Lisbona, Edimburgo, Praga, Bucarest, San Marino, Barcellona, Madrid, Stoccolma, Bogotà, San José, Chicago, Detroit, San Francisco, Perth, Città del Capo, Pretoria, Bangkok.

Intanto Sicilia Mondo, la rete dei talenti siciliani all'estero, invita i presidenti delle associazioni all'estero a impegnarsi per aprire una campagna di informazione sul diritto-dovere al voto nei confronti della comunità italiana. Scrive il presidemte Mimmo Azzia: "La riapertura dei termini è assolutamente preziosa perché consente ai connazionali di potere partecipare, con tutta tranquillità, alla competizione elettorale che garantisce loro il diritto di scegliere i propri rappresentanti nell’insostituibile ruolo dei Comites. Ti raccomando, quindi, il massimo impegno per aprire una campagna vera e propria di informazione, ricerca e convincimento nei confronti dei soci e della comunità italiana. Dopo il rinvio del 19 dicembre, sarebbe stato opportuno ma anche logico domandarsi  del perché solo il 2% degli aventi diritto aveva scelto  di votare. Certamente il Governo ed il Parlamento, e quindi il Paese,  attraversano un momento difficile per la coincidenza di importanti adempimenti istituzionali  di prima grandezza, aggravati dai sopravvenuti inquietanti eventi internazionali dei nostri giorni, ponendo in seconda fila altri provvedimenti nonostante la loro importanza. Siamo convinti che molto si può fare ancora tramite l’impegno delle Associazioni nei confronti dei soci e dei connazionali con quella eroica supplenza alle distrazioni istituzionali, divenuta epopea della presenza italiana nel mondo. Desidero sottolinearti l’importanza nell’esercizio del tuo diritto a scegliere democraticamente chi dovrà rappresentarti nei tuoi diritti ed interessi".

Azioni sul documento
Pubblicato il 20/01/2015 — ultima modifica 20/01/2015
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it