On line a San Paolo la ricerca degli avi grazie al nuovo servizio del Museo dell’Immigrazione

Gli italiani in Brasile possono ora rintracciare con un clic i documenti sull'emigrazione delle loro famiglie
On line a San Paolo la ricerca degli avi grazie al nuovo servizio del Museo dell’Immigrazione

Un articolo di giornale sul nuovo servizio del Museo degli Immigrati

Sono on line nel sito del Museo dell’Immigrazione di San Paolo i dati (documenti, fotografie, cartoline, articoli di stampa) che consentono di ricostruire la storia delle famiglie italiane immigrate in Brasile tra il 1882 e il 1973. Il Museo si trova nell’Albergo degli Immigrati (Hospedaria dos Imigrantes) costruito tra il 1886 e il 1888 dal Governo dello Stato di San Paolo per l’accoglienza degli immigrati e per fornire loro l'assistenza sanitaria, giuridica e alimentare prima del contratto di lavoro che li avrebbe destinati alle tenute di caffè.
I discendenti degli immigrati, soprattutto degli italiani che a San Paolo rappresentano oltre il  44% del totale, potranno così fare la ricerca di documenti quali le carte d’imbarco e d’arrivo o la registrazione nella Hospedaria, dai quali potranno ottenere informazioni sui luoghi di origine degli avi, anche in vista dell'avvio del percorso burocratico per la richiesta del riconoscimento della cittadinanza italiana.
La possibilità di ricerca virtuale nelle raccolte del museo valorizza la memoria degli immigrati italiani passati attraverso l’Hospedaria dos Imigrantes e il rapporto costruito, nel corso del tempo, con le diverse comunità rappresentative della città e dello Stato di San Paolo.
“Con questo nuovo progetto – sottolinea il consultore per il Brasile Amauri Chaves Arfelli, il cui bisnonno, di origini romagnole, è indicato nei documenti del Museo con il nome errato di Antonio Orfeli - il Museo dell’Immigrazione vuole valorizzare ancora di più l' incontro delle multiple storie e origini, e proporre al pubblico il contatto con i ricordi di quelle persone che sono venute da terre lontane, le condizioni faticose del viaggio, l’adattamento alla nuova realtà e al nuovo lavoro, e il contributo per la formazione di quella che oggi si chiama l´identità paulista, cioè degli abitanti della regione di San Paolo”.

Azioni sul documento
Pubblicato il 13/12/2011 — ultima modifica 13/12/2011
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it