Cesena e Mendoza legate dal vino

Tre imprenditori cesenati investono nella più nota area vitivinicola d’Argentina, la stessa in cui gli emigrati emiliano-romagnoli portarono la cultura del vino.
Cesena e Mendoza legate dal vino

Vigne nei dintorni di Mendoza

mendoza vigneCesena chiama l’Argentina del vino. È la scommessa di tre imprenditori cesenati che hanno investito sulla nuova frontiera del vino nella prestigiosa Valle De Uco nella regione argentina di Mendoza, considerata una delle otto capitali mondiali del vino. Un’esperienza modello per la qualità dei vini prodotti e per il risvolto imprenditoriale, che sarà raccontata direttamente dai cesenati Luca Barzanti e Gianfranco Manuzzi il 7 dicembre alle ore 11,30 presso l’Enoteca ViVì di Cesena in via Cesare Battisti 1.

Com’è noto, gli emigrati emiliano-romagnoli hanno contribuito in modo fondamentale allo sviluppo della viticoltura nella zona di Mendoza, dove abbondano i vini "emiliani", vale a dire i rossi hanno come base il vitigno Sangiovese. Tra le aziende vitivinicole più note, quella della famiglia Cabrini, originaria di Parma. I Cabrini furono tra i primi emigrati italiani a piantare vigneti in questa zona protetta dalla Cordigliera che, per il suo clima, si è rivelata ideale per la coltura della vite. Qui nascono ottimi rossi - Pinot Nero, Cabernet Sauvignon, Merlot, Malbec, Syrah - e freschi bianchi - Chardonnay, Riesling, Pinot Bianco, Chenin - apprezzati in tutto il mondo.

Azioni sul documento
Pubblicato il 15/11/2011 — ultima modifica 07/12/2011
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it