Spazio giovani

Da Parma all'Argentina, un viaggio lungo un secolo

Da Mar del Plata la storia della famiglia Grisoli-Becchi partita da Zibello (Pr) cento anni fa
Da Parma all'Argentina, un viaggio lungo un secolo

Alberto Becchi con il suo taxi

Alberto Becchi, nonno e omonimo dell’attuale presidente della Federazione Argentina delle Associazioni Emiliano - Romagnole e membro della Consulta degli Emiliano-Romagnoli nel Mondo arrivò a Mar del Plata in Argentina, il 23 gennaio del 1913. Era partito da Zibello, in provincia di Parma, ed era accompagnato da sua moglie, Pierina Alessandra Soldi Grisoli, sua madre Chiara Bianchi ed i suoi tre fratelli, Riccardo, Giovanni e Alfredo.

Alle spalle tanti ricordi: la famiglia, gli amici, ma anche una situazione di povertá estrema che era stata la causa che li aveva spinti a lasciare tutto e ad intraprendere una strada sconosciuta. In Argentina li aspettava la cugina gemella di Pierina, Pia Soldi Robuschi, che era partita un anno prima e che aveva scritto alla famiglia affinchè venissero a “farsi l’America”.

Mar del Plata all’epoca era una cittadina giovane, era stata fondata da soli 39 anni e contava poco meni di 10.000 abitanti. Oggi, 100 anni dopo, sono quasi 70.000 le persone che vivono qui.

Alberto lavorava come muratore e con molti sforzi riuscì a comprarsi un taxi: ottenne la licenza Numero 2 della città. Pierina, invece, faceva la custode all’interno di alcune case durante la stagione invernale, faceva la cuoca, mentre nella stagione estiva faceva la governante in un hotel. La vita matrimoniale dei Grisoli-Becchi procedette serena, allietata dalla nascita di tre figli: Hayde Clara, Marina ed Alberto Oscar. Quando Alberto morì, lasciando Pierina vedova, la figlia Hayde Clara, che nel frattempo aveva sposato Umberto Sartora importante imprenditore di Mar del Plata, le offrì un viaggio in Italia.

Era il 1950 quando Pierina ritornò a Zibello. Che grande felicità fu per lei poter riabbracciare dopo 40 anni  i  genitori, ancora in vita, le sue sorelle e persino ritrovarsi con un fidanzato dell’adolescenza, ancora celibe, il quale le chiese di sposarla.

Pierina ritornò in Argentina, in quel periodo pensò molte volte alla possibilità di tornare al suo paese, ne parlò con il figlio Alberto che stava per sposarsi con Edith. Lui le disse che appoggiava la sua scelta, ma alla fine Pierina decise di continuare la sua vita in Argentina con i figli e i nipoti.  Pierina morì nel 1989, a 94 anni: non riuscì a sopportare la morte improvvisa dell’adorato figlio Alberto.

Con la morte della donna, il contatto tra la famiglia di Mar del Plata e la famiglia originaria di Zibello andò perso. Ma solamente fino al 2001 quando Alberto Becchi, figlio del defunto Alberto Oscar e nipote di nonno Alberto, venne in Italia e si mise alla ricerca dei parenti. Grazie alla collaborazione di Barbara Galantino, traduttrice della Camera del Commercio Italiana di Buenos Aires, riuscì contattare sua cugina Simona e la madre di lei, la zia Angioletta. Da quel momento, riallacciato il legame, le due famiglie  non hanno smesso di stare in contatto, accorciando con l’affetto le distanze tra Mar del Plata, Argentina e Zibello, provincia  di Parma.

 

Hernan Gaspari, Mar del Plata, Argentina

Azioni sul documento
Pubblicato il 05/02/2013 — ultima modifica 05/02/2013
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it