Spazio giovani

ReUniOn, il primo raduno mondiale dei laureati dell'ateneo di Bologna

Dal 19 al 21 giugno, 60 appuntamenti e 200 relatori per il ricco programma di incontri, mostre e installazioni, dibattiti e spettacoli in tutta la città

In Italia la ReUniOn dell’Università di Bologna è la prima iniziativa del genere e si prevede che dal 19 al 21 giugno prossimi la città emiliana sarà letteralmente invasa dai laureati dell’Alma Mater Studiorum, il più antico ateneo del mondo.

Il nome scelto per l’evento si spiega così: ‘Re’ sta per ritorno, ‘Uni’ per università e ‘On’ indica l’accensione. Ad aprire la ReUniOn degli alumni il 19 giugno sarà la cerimonia di conferimento del titolo di dottore di ricerca a circa 500 studenti. Mentre sabato sera, l’appuntamento è con lo spettacolo in Piazza Maggiore, con Alessandro Bergonzoni, Francesco Guccini, Rula Jabreal, Valerio Massimo Manfredi, Ettore Messina e Romano Prodi, le musiche del Maestro Ezio Bosso e gli special guests Samuele Bersani e Fabio Curto

La ReUniOn degli alumni dell’Università di Bologna è stata pensata perché, come ha spiegato il rettore Ivano Dionigi, i laureati dell’ateneo “sono i veri ambasciatori nel mondo” dell’Alma Mater. L’intenzione è quella di “creare una grande festa, per capire come è cambiata l’università, Bologna e come sono cambiati loro” e, in questa prospettiva, un anno fa è partito un censimento di tutti i laureati dell’ateneo. Tutti loro saranno invitati all’evento, sia quelli famosi che quelli che non hanno acquisito notorietà, e ci saranno anche i laureati honoris causa.

Il ricco programma di eventi è consultabile su http://www.magazine.unibo.it/archivio/2015/06/16/ecco-reunion-il-primo-raduno-mondiale-dell2019universita-di-bologna

Azioni sul documento
Pubblicato il 17/06/2015 — ultima modifica 17/06/2015
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it