Spazio giovani

Nel segno di Pasolini a Stoccarda

L’Associazione Emilia-Romagna in Stuttgart dedica un interessante ciclo di icontri al grande intellettuale bolognese

Si intitola Nel segno di Pasolini l’interessante ciclo di eventi in programma dal 16 al 19 aprile a Stoccarda, organizzato dall’Associazione Emilia-Romagna in Stuttgart in collaborazione con: l’Istituto Italiano di Cultura di Stoccarda, il Centro Studi Italia dell’Università di Stoccarda, la Casa Editrice Laika Verlag di Amburgo e la Cineteca di Bologna/Centro Studi Pier Paolo Pasolini. E con il sostegno dell’Ufficio Cultura della Città di Stoccarda.

Pier Paolo Pasolini, nato a Bologna nel 1922, venne ucciso in dubbie circostanze il 2 novembre 1975 a Roma. Quest´anno ricorrono i quarant´anni dalla sua morte. In collaborazione con altre Istituzioni ricordiamo il grande artista e pensatore: il suo attivismo politico, i suoi ultimi anni di vita, la sua omosessualità e la morte violenta rappresenteranno il fulcro della manifestazione di quattro giorni. Il nostro desiderio è dare uno sguardo approfondito sulla vita dell´intellettuale, della sua opera a volte contraddittoria, nonché soffermarci sulla sua versatilità nell´utilizzo dei linguaggi mediali, la sua profondità nel descrivere la società e la politica italiana con le sue perfino eccessive provocazioni.

Giovedì, 16.04.2015 ore 19.00 Universitätbibliothek, Holzgartenstr. 16, Stoccarda

Apertura dei lavori, con un´introduzione ai quattro giorni di Jacopo Mancabelli in lingua tedesca.

Pasolini giornalista. Gli ultimi scritti giornalistici (in tedesco)

Diego Marani (Università di Stoccarda) presenta gli scritti di Pasolini raccolti negli Scritti Corsari pubblicati fra il 1973 e il 1975, in cui l´autore espone la sua critica graffiante alla società e al sistema politico italiano di quegli anni. Giunto al pessimismo lo scrittore rifiuta ogni ipocrisia e ogni compromesso, isolandosi all´interno del panorama italiano. Diego Marani si interroga sull´influsso di questi scritti sul giornalismo e sulla società italiana.

Seguirà:

Proiezione di “Mamma Roma” (1962)

Film cult del Pasolini regista, con Anna Magnani, Ettore Garofalo, Franco Citti. In lingua originale con sottotitoli in tedesco.

Venerdì, 17.04.2015 ore 17.00, Universitätsbibliothek, Holzgartenstr. 16, Stoccarda

Pasolini. Comunista dissidente (in tedesco)

Dibattito con Dr. Fabien Kunz-Vitali (Università di Amburgo), Karl-Heinz Dellwo (Laika-Verlag Amburgo), Prof. Dr. Hans-Peter Kammerer (Università di Urbino).

Alla gentile presenza del cineasta e giornalista Gideon Bachmann.

Dopo l´espulsione dal Partito Comunista (PCI) nel 1949, Pasolini mantenne un rapporto contrastato con i piani istituzionali del Partito e le sue gerarchie di potere, dichiarando in una lettera a un amico “nonostante voi rimango comunista”. Il pesante giudizio sulla sua omosessualità lo costrinse a vivere nella condizione in  cui ciò che per lui era amore, veniva considerato come corruzione dalla società. La discussione intende attualizzare il suo pensiero critico, ponendolo a confronto con la società di oggi.

I partecipanti al dibattito sono profondi conoscitori della vita e dell’opera di Pasolini. Due di essi lo hanno anche conosciuto personalmente: il prof. Hans-Peter  Kammerer ha tradotto in tedesco numero numerosi suoi scritti; Gideon Bachmann, cineasta che ha vissuto dal di dentro la vita cinematografica e culturale italiana negli anni ’70 e ’80, ha condotto lunghe conversazioni con Pasolini ed è un testimone chiave della temperie culturale e sociale dell’epoca.

Seguirà:

Proiezione di "12 dicembre“ (1971) con un´introduzione di Karl-Heiz Dellwo

Il documentario, realizzato da Giovanni Bonfanti su un´idea di Pasolini, si interroga sull´attentato di Piazza Fontana del 1969, parte della strategia della tensione, che fu occasione per una massiccia campagna contro il movimento di sinistra extraparlamentare, in espansione in quegli anni. Il documentario descrive l´atmosfera nel paese, con acume politico e critico. Si presenta la versione tedesca restaurata nel 2013, grazie all´impegno della Laika-Verlag in collaborazione con la Cineteca di Bologna. In lingua originale sottotitolato in tedesco.

 

Sabato, 18.04.2015, ore 19.00 Teatro am Olgaeck, Charlottenstraße 44, Stoccarda

Durata circa 2 ore e mezza

Biglietto 5 euro, ridotto 3. Prenotazione allo 0711 232448

Il gruppo teatrale Ensemble Teatralia Europa presenta una lettura drammatica di lettere, poesie e sceneggiature di Pasolini, per dare un profilo dell´autore.

Seguirà:

Pasolini. Una vita morale.

Letture sceniche in lingua italiana di Carlo Mega, da scritti di Pasolini.

Poeta, giornalista, regista, critico impegnato: Pasolini fuse nella sua personalità versatile aspetti molteplici, dei quali sarebbe difficile dare un quadro schematico. A quarant´anni dalla sua uccisione l´ omaggio intende dare di nuovo vita alla sua voce, seguendo il suo motto per cui “l´attore è solo un veicolo vivente del testo”. Con alcuni testi dell´autore si rende vivo il suo attualissimo pensiero, la cui profondità quasi profetica pone quesiti anche ai nostri giorni.

Domenica, 19.04.2015, ore 17.00, Istituto Italiano, Kolbstraße 6, Stoccarda

Chiusura dei lavori, con un bilancio di Jacopo Mancabelli, in lingua tedesca.

Seguirà:

Proiezione di “Pasolini” di Abel Ferrara (2014) con un’introduzione in italiano.

Gli ultimi giorni di Pasolini, i suoi progetti interrotti dalla morte e la sua uccisione. Con Willem Dafoe, Riccardo Scamarcio e Ninetto Davoli. In lingua italiana con sottotitoli italiani.

 

Cesare Ghilardelli, Stoccarda, Germania

 

Azioni sul documento
Pubblicato il 12/04/2015 — ultima modifica 12/04/2015
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it