Spazio giovani

Gli sguardi dell'emigrazione

Presentato a Mar del Plata un documentario di Julieta Paladino che ripercorre la storia della locale comunità emiliano romagnola
Gli sguardi dell'emigrazione

Un fotogramma del documentario

Si intitola Gli sguardi dell'emigrazione, il documentario che ripercorre la storia dell'Associazione Emilia Romagna di Mar del Plata, una delle istituzioni italiane più riconosciute della città balneare argentina, e delle famiglie che la fondarono. Il documento sarà presentato per la prima volta al pubblico, a ingresso libero, il prossimo sabato 21 aprile alle 16.00 nella Sala Melany (via San Luis 1750) di Mar del Plata; alla presenza della Presidente della Consulta degli Emiliano Romagnoli nel Mondo, Silvia Bartolini.

Regsita del documentario "Gli sguardi dell'emigrazione" è Julieta Paladino, giovane dell'Associazione Emilia Romagna a Mar del Plata. Una ragazza in "migrazione continua", come si definisce lei al microfono della trasmissione Ora Italia. Diversi momenti della sua giovane vita l'hanno trovata a vivere fra Bologna e l'Argentina, fra colli e mare, da lì la sua passione per la cultura italiana ed il bisogno di "documentare le storie di vita dei nostri emigrati che arrivati in Argentina si trovarono in difficoltà, lontani da casa, dagli affetti e con un nuovo progetto di vita.

Nel documentario è possibile vedere le interviste ad alcuni degli appartenenti alla comunità emiliano romagnola a Mar del Plata, che si raccontano dalla vita quotidiana al lavoro e danno il loro sguardo sull'emigrazione. Prodotto da Cosmia Films, il documentario presenta anche animazioni realizzate dall'artista plastico Luis Acevedo. La colonna sonora è stata realizzata dal musicista Pablo Reisz.

Magalì Pizarro
, Viedma (Argentina)

Azioni sul documento
Pubblicato il 20/04/2012 — ultima modifica 21/04/2012
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it