Spazio giovani

Donato De Santis dall’Osteria del teatro di Piacenza a Buenos Aires

Il cuoco italiano da dieci anni in Argentina, racconta la sue esperienza di master Chef di Accademia Barilla
Donato De Santis dall’Osteria del teatro di Piacenza a Buenos Aires

Donato de Santis

È stato ospite di Mar del Plata il noto cuoco italiano, Donato De Santis  residente da oltre dieci anni in Argentina, e che nel giugno scorso in Italia ha partecipato alla riunione del Gruppo Virtuale Chefs Italiani all'estero - GVCI e dell'Accademia Barilla di Parma.
De Santis, ha presentato ufficialmente a livello mondiale il primo programma di Certificazione delle competenze della cucina italiana (CPIC), creato specificamente per preservare l'autentica cucina italiana nel mondo: il certificato dimostra infatti la conoscenza e la capacità dei cuochi italiani residenti all'estero di offrire e garantire al consumatore il piacere della vera cucina italiana.
Come ha spiegato De Santis, il direttore dell'Accademia Barilla ha presentato la CPIC conferendo anche il titolo di "Master Chef della cucina italiana" a 12 cuochi selezionati in tutto il mondo, tra i quali lui. Tutti i premiati sono professionisti che si sono distinti nell'introduzione, promozione e conservazione della cucina italiana in tutto il mondo ed in particolare nei Paesi in cui risiedono.

Donato de Santis, ha iniziato la sua carriera gastronomica all'Osteria del Teatro di Piacenza ed è ora proprietario dei ristoranti argentini "Cucina Paradiso" e "Da Donato". Da lunga data promuove la cucina italiana in tutto il mondo, principalmente negli Stati Uniti, dove è stato per 7 anni il cuoco personale di Gianni Versace. Dal 2000 abita a Buenos Aires, dove è diventato non solo conduttore di diversi programmi televisivi, ma una autentica personalità mediatica in fatto gastronomico; ha inoltre pubblicato diversi libri sulla gastronomia italiana vincendo importanti premi.
De Santis a Mar del Plata ha ricordato che l'Accademia Barilla è situata nel cuore della "Food Valley" italiana, a Parma e si dedica a diffondere e difendere l'arte della gastronomia italiana nel mondo, anche grazie alla collaborazione di una rete dei professionisti di prestigio come gli "itchefs-GVCI", che riunisce oltre 1500 cuochi, ristoratori e giornalisti italiani con lo scopo di divulgare il buon nome dell'Italia sulle tavole di oltre 70 Paesi in tutto il pianeta.
Fondata nel 2004, l'Accademia Barilla conferisce il certificato CPIC a tutti i cuochi stranieri che abbiano una qualifica ed una esperienza documentata dopo un esame teorico e pratico.
In tal mondo l'Accademia intende anche proteggere i prodotti alimentari italiani da eventuali falsificazioni e dal cosiddetto "italian sounding": a tale scopo l'Accademia organizza anche eventi speciali nel mondo in collaborazione con istituzioni di prestigio e testimonial importanti e coinvolgendo gli operatori del settore.
Con Donato de Santis, hanno ricevuto il titolo di "Master Chef di cucina italiana" honoris causa: Mario Caramella, cuoco proprietario del ristorante "Forlino" a Singapore e presidente del Foro GVCI; Cesare Casella, cuoco proprietario della "Salumeria Rosi" di New York, nonché decano degli studi italiani nella prestigiosa International Culinary Institute di New York; Domenico Crolla, cuoco proprietario di "Bella Napoli" a Glasgow; Angela Hartnett, capo cucina di "Murano" a Londra e la sua famiglia e originaria di Bardi (Parma); Mark Ladner, capo cuoco di "Del Posto" a New York; Arima Kuniaki, cuoco di "Paso a Paso" a Tokio; Paolo Monti, capo cuoco di "Gaia" a Hong Kong; Pietro Rongoni, capo cuoco di "Sapori d'Italia" a Mosca; Giulio Vierci, capo cuoco de "Il Genovese" a Sapporo in Giappone; e Yoshi Yamada, giapponese che ha lavorato in diversi ristoranti italiani in tutto il mondo.
La visita di De Santis a Mar del Plata è servita anche a pianificare alcune iniziative di divulgazione della cultura gastronomica italiana a Mar del Plata durante il 2013, con diverse associazioni italiane locali tra le quali, TERRA (Tracce dell' Emilia Romagna nella Repubblica Argentina) di Mar del Plata.

Redazione ReportER di Mar del Plata, Argentina

Azioni sul documento
Pubblicato il 22/01/2013 — ultima modifica 22/01/2013
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it