Spazio giovani

Dal Brasile all'Italia per frequentare un Master a Parma

Cesar Leite Neto racconta la sua esperienza

"Sono brasiliano, ho 38 anni e mi sono laureato in Scienze Motorie in Brasile. Lì ho lavorato come giocatore di pallacanestro professionista e allenatore per più di vent'anni.

Desideravo completare la mia formazione frequentando un corso di alta formazione in ambito più manageriale, quando ho scoperto l'esistenza del Master Internazionale in Strategie Pianificazione degli Impianti e degli Eventi Sportivi, a Parma. Sono riuscito a raggiungere il mio obiettivo grazie all'incoraggiamento di mia moglie, anche lei discendente di italiani e appassionata dell'Italia, e all'opportunità offerta dalla Regione Emilia Romagna ai discendenti di origini emiliano-romagnole di ottenere una borsa di studio per frequentare un master nelle facoltà della regione. Infine devo ringraziare l'Associazione Emiliano-Romagnola di Salto e Itu, probabilmente una delle più attive tra quelle sparse nel mondo, che mi ha sostenuto nel realizzare il mio obiettivo.

 

Durante il corso, ho avuto l'opportunità di fare un interscambio culturale con gli altri venticinque colleghi, di cui ventiquattro italiani e una russa, e ho anche potuto portare un po' della la mia visione e esperienza sportiva, in particolare della pallacanestro, ai colleghi che erano più concentrati sulla tematica del calcio. Un'altra bellissima opportunità è stato lo stage presso il CUS Parma sezione Basket, dove mi sono trovato molto bene e ho conosciuto delle persone meravigliose.

 

Al termine del mio percorso ho presentato la tesi finale e ho ricevuto il voto massimo oltre ad una menzione speciale per il migliore progetto. Il tema da me proposto è "Progetto per la realizzazione di un torneo internazionale estivo di Pallacanestro categoria u13" e sono stato molto orgoglioso di aver vinto la sfida di studiare all'estero e di avere questo riconoscimento dall'Università.

 

Attraverso le attività del master sono stato in diverse città in Italia: Piacenza, Milano, Coverciano (FIGC - Federazione Italiana di Gioco Calcio), Torino, Rimini e San Marino.

 

Con mia moglie e mio figlio abbiamo deciso di vivere in Italia e siamo molto felici di aver avuto l'opportunità di tornare nel paese dei nostri antenati, facendo il percorso inverso rispetto a quello che fecero loro, e di poter offrire il nostro contributo con la nostra professionalità e amore verso l'Italia... Ed è bellissimo vedere mio figlio di 4 anni parlare l'italiano fluentemente."

Cesar Leite Neto

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Azioni sul documento
Pubblicato il 15/03/2016 — ultima modifica 15/03/2016
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it