Spazio giovani

Cristina, pianista piacentina a Madrid

Con la storia di Cristina Cavalli cominciamo un piccolo viaggio tra i giovani expat emiliano romagnoli
Cristina, pianista piacentina a Madrid

Cristina Cavalli

Si parla tanto di questi tempi di “cervelli in fuga” o di “expat”, di laureati o giovani professionisti italiani che vanno a cercare la fortuna che meriterebbero nel loro paese, all’estero. Parecchi di loro sono emiliano romagnoli, come Cristina Cavalli (www.cristinacavalli.com) , pianista piacentina che da qualche anno vive a Madrid.

“Sono una “emiliano romagnola nel mondo” da due anni e mezzo – ci racconta Cristina - e all'estero mi sono sempre trovata bene, sia qui a Madrid dove vivo stabilmente (almeno per ora), che dove sono andata a suonare di volta in volta. Il luogo che mi è rimasto più nel cuore finora rimane Praga: è stato il pubblico più sinceramente attento e partecipe che ho conosciuto; il rispetto per l'arte e gli artisti è altissimo e la musica, nonché tutta la cultura, vissuta in maniera personale, attiva, sotto la spinta di una umana necessità di arricchimento e non di una sorta di miscuglio tra l'autocompiacimento e il senso del dovere. E la città è di una bellezza ed eleganza da togliere il fiato, davvero magica”

Chiediamo a Cristina le ragioni che l’hanno spinta all’estero.

“I motivi sono quelli di tutti: dalle difficoltà nel farsi strada con le proprie forze in un Paese troppo clientelare come è l’Italia, alla politica ridicola. Per me in primis però c'era il bisogno di esplorare altre culture, luoghi, lingue, e di farlo da sola, tutto questo unito all'esigenza di espandere il mio mondo artistico (non solo musicale) e trovare nuovi stimoli e nuovi confronti possibili. Così, complice il fatto che ho sempre sentito un feeling particolare con certi autori come Granados e Albéniz ho deciso per Madrid”.

A Madrid, tra le tante attività, Cristina collabora anche con una radio italiana (http://www.thegreatcomplottoradio.com) : “L'esperienza della radio è arrivata per caso: sono una persona curiosa ed ho conosciuto uno dei responsabili rispondendo ad un commento su un sito di italiani all'estero; da lì è nata l'idea di raccontare la storia degli artisti italiani (ma anche dell'eccellenza in altri campi, dalla moda all'imprenditoria, dalla cucina all'impegno sociale) attraverso la musica. Così attualmente mi divido tra l'attività concertistica, la direzione artistica e l'attività didattica: insegno pianoforte e musica da camera sia qui a Madrid che tenendo masterclass in giro per l'Europa (sono anche membro di ECMTA - European Chamber Music Teachers' Association, che riunisce le principali realtà europee relative alla musica da camera e ha la sua sede centrale ad Helsinki)”.

L’attività di Cristina la porta in giro per l’Europa e anche spesso in Italia:

“Ho diverse cose interessanti in cantiere, tra cui una collaborazione italo-finlandese il prossimo ottobre, a Helsinki: si tratta di una performance con pianoforte più danzatori: la Sonata è del compositore finlandese Tero Pekka Henell, ed è stata scritta appositamente per me poco tempo fa. Poco prima, il 28 settembre, sarò invece ospite di una stagione molto bella, in un castello nei dintorni di Maastricht, in Olanda, si chiama Virenze Concerts, e questo sarà un recital solistico, in cui sicuramente inserirò almeno un paio di brani di autori italiani. La prossima estate oltre a un recital in Macedonia ripeteremo  Chamber Music in Italy (www.chambermusicinitaly.org), un Festival e Masterclass di Pianoforte e Musica da Camera, inaugurato nel 2012 a Ischia”. Progetti Cristina ne ha tanti: “Una cosa che vorrei fare da tempo è rimediare qualche brano ancora non inciso di autore emiliano: due anni fa ho scandagliato a fondo la biblioteca del conservatorio di Piacenza in cerca dei brani di Nicolini o altri. Zanella è già stato ampiamente riscoperto e inciso. Non demordo, l'idea è nel cassetto e mi piacerebbe prima o poi portarla a termine. Sui progetti passati: ne ho uno a cui sono particolarmente legata, si chiama "Mediterraneo" ed è un viaggio virtuale lungo le coste del Mediterraneo con autori come Theodorakis, Scarlatti, Granados eccetera. Farò uscire in formato digitale un minialbum con i brani più significativi, tra cui la Fantasia sui ritmi Flamenco di Frank Martin”.

 

 

Azioni sul documento
Pubblicato il 09/12/2013 — ultima modifica 09/12/2013
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it