Casa della memoria dell'emigrazione

Lumachine di mare

Lumachine di mareLe lumachine di mare, come i garagoli, sono piatti tipici assai gustosi della tradizione marinara riminese. Un tempo, quando c’era povertà, ma abbondanza di questi molluschi, si mangiavano come secondo piatto, intingendo molto pane nel sugo. Oggi le lumachine vengono servite nei ristoranti di pesce come antipasto.

Ingredienti: 1 kg di lumachine di mare, 4 cucchiai di olio d’oliva extravergine, 1 rametto di finocchio selvatico, sale grosso, pepe, una punta di peperoncino piccante, 1 bicchiere di vino bianco secco, mezzo dado, scorza di mezzo limone, 2 cucchiai abbondanti di conserva di pomodoro in tubetto, 4 spicchi d’aglio.

Preparazione: risciacquate più volte le lumachine di mare, quindi raccoglietele in una capace teglia, versandovi tutto a freddo l’olio, il dado, la conserva di pomodoro, il finocchio selvatico, la scorza di limone, gli spicchi d’aglio interi, il peperoncino rosso. Ricoprite le lumachine d’acqua, fino a due dita sopra il loro livello. Cuocete a fuoco lento con coperchio per 3 ore, mescolando di tanto in tanto. Mezz’ora prima della scadenza, aggiustate il sapore con qualche grano di sale grosso, aggiungendo eventualmente un po’ d’acqua, se si è asciugata troppo. A fine cottura, l’acqua dovrà essersi ritirata, ma non asciugata completamente, in modo da lasciare il sughetto per intingervi il pane. Spruzzate con un po’ di pepe nero fresco e servite con crostini di pane, abbrustoliti a parte, e stuzzicadenti per estrarre la polpa del mollusco.

 

Azioni sul documento
Pubblicato il 15/10/2014 — ultima modifica 15/10/2014
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it