Casa della memoria dell'emigrazione

Lischi, Roscano, Agretto, Baciccio, Liscaro

AgrettiNel lungo elenco dei Prodotti agroalimentari tradizionali della nostra regione, tra i Prodotti vegetali allo stato naturale o trasformati  troviamo un ortaggio conosciuto con cinque nomi diversi: lischi, roscano, agretto, baciccio, liscaro e aggiungiamo noi, barba di frate e senape dei monaci. Stiamo parlando delle piantine giovani della "Salsola soda" ortaggi primaverili ricchi di sali minerali e proprietà depurative, sono utilizzati in cucina da metà aprile a fine maggio. Le sue foglie filiformi ricordano l'erba cipollina, ma si distinguono perché più sottili, più piatte, e piene al taglio.

Gli agretti, chiamiamoli così,  sono di un verde carico, quasi brillante, e hanno la base rossiccia e dura, quasi pungente. Il sapore è acre, acidulo. E’ una verdura fresca, piuttosto delicata che, una volta acquistata, si conserva in frigorifero dentro una sacchetto di carta per 3/4 giorni. Contiene pochissime calorie e è molto ricca  di sali minerali e clorofilla.

Ha proprietà rinfrescanti, depurative ed è leggermente tonica. In cucina costituisce  un ottimo contorno ed accompagnamento a svariate portate. Si consumano prevalentemente cotti al vapore o lessati e conditi a piacere, anche solo con del semplice olio extra vergine e limone, ma sono gustosi anche con aglio, pomodoro e acciughe.

Potete usare gli agretti anche come sugo per gli spaghetti. Come fare? Lessate la verdura e conservate l’acqua per cuocervi poi la pasta. Soffriggete uno scalogno nell’olio aggiungendo alcuni pomodorini senza semi, aggiungete gli agretti tagliuzzati facendo insaporire tutto insieme. Una volta cotti gli spaghetti, come dicevamo,  nell’acqua di cottura degli agretti si scola e si condisce. Ottima anche la frittata con gli agretti. Occorrono: 1 mazzo di agretti, 4 uova, 1 cipolla piccola, qualche pomodorino, olio, sale e pepe. Una volta puliti e lavati gli agretti si tagliano a pezzetti. In padella si soffrigge la cipolla nell’olio a cui si aggiungono gli agretti, i pomodorini a pezzetti, il sale e si fa cuocere fino a far ritirare l’acqua, a quel punto aggiungete le uova sbattute e cuocete la frittata.

Azioni sul documento
Pubblicato il 06/06/2014 — ultima modifica 06/06/2014
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it