Casa della memoria dell'emigrazione

Brasile

AlberaniItu4.jpg
AlberaniItu7.jpg
AlberaniItu5.jpg
Un artista per San Luigi
Il gesuita laico Giovanni Maria Alberani è tra le glorie emiliano-romagnole della cittadina brasiliana di Itu
Anarchici a Rio
Nello Garavini e Emma Neri, insieme nella vita e nella fede libertaria, da Castel Bolognese emigrarono in Brasile dove vissero oltre vent’anni, dal 1926 al 1947
garavini_emma_neri2.jpg
copy_of_garavini_emma_neri.jpg
garavini_emma_neri.jpg
L'uomo che illumina il Brasile
Furio Dominici, classe 1909, partì da Bologna nel 1946 su una nave che trasportava casse di lampade e vetri di Murano, il meglio della produzione del periodo. Ora il suo studio è un punto di riferimento di architetti e designer internazionali.
Un architetto nella foresta
Le facciate di diverse chiese nello Stato brasiliano del Pará ricordano le nostre chiese di Bologna. Sono opera di Giuseppe Antonio Landi, il Bibiena dell'Equatore.
Landi_ArcotriunfaldedicadoaDJose1750.jpg
Landi_ChiesadelCarmine_BelemIgreja_do_Carmo_CR0005.jpg
Landi_CatedraldaSBelem.jpg
Bartolomeo Tacchini, il dottore più amato di Bento Gonçalves
Un ospedale in Brasile porta il nome di un medico modenese
Bento Goncalves nel 1915
Bento Goncalves nel 1915
tacchini1.jpg
Armando Boni, da Parma al Brasile
Emigrato nel 1913, visse a Porto Alegre, dove insegnò alla Scuola di Ingegneria e costruì diversi edifici.
La Livraria do Globo a Porto Alegre
Mercede Galletti: l'anima non cambia patria
L'architetto Annalisa Fazzioli racconta la vita della sua mamma, da Bologna a San Paolo
Mercede Galletti
Mercede Galletti
Luigi Papaiz, la maniglia del Brasile
Prima la fabbrichetta di Bologna nel 1947, poi lo stabilimento fondato a San Paolo nel 1952 e quindi la grande impresa aperta a Diadema nel 1982, che oggi esporta in 20 Paesi: è la traiettoria del successo di uno dei simboli dell'eccellenza italiana all'estero.
Un ricordo di Marco Marmiroli
"Il mio nome sarà associato a tutti gli anni dedicati a favorire gli scambi tra Italia e Brasile", disse una volta. Nato a Reggio Emilia nel 1926, era arrivato a San Paolo nel 1954. E' stato consultore della Regione per 15 anni, e direttore del Circolo Italiano di San Paolo.
Polvere, zolfo e oro: da Cesena al Minas Gerais
L'inferno delle miniere dalla Romagna al Brasile. Le storie di Leopoldo Magnani, Alfonso Mazzanti, Luigi Carli, Giuseppe Mordenti, riscoperte grazie alla Società della Romagna Mineraria
A Belém l’eredità dell’architetto bolognese del Settecento Antonio Landi
Flavio Nassar, direttore del Forum Landi, illustra il progetto che mette in collegamento Bologna e la città brasiliana
Azioni sul documento
Pubblicato il 02/04/2012 — ultima modifica 24/04/2014
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it